Avete presenti quelle brutte e antiestetiche macchie nere che si vedono al colletto dei denti soprattutto nei bambini?

Sapete di cosa si tratta? In realtà non è una patologia, non sono carie ne demineralizzazioni dello smalto, non si tratta nemmeno di una micosi anche se potreste aver sentito dire che quelle macchie nere sono un funghetto.

In realtà, in presenza di questa pigmentazione dello smalto, è corretto parlare di Black Stain.

Queste macchie nere, che si presentano come una linea tratteggiata o unita si manifestano sulla superficie sia interna che esterna dei denti, sono molto frequenti nei bambini ma si verificano spesso anche nella popolazione adulta.

Recenti studi hanno verificato che la discromia nera è formata da solfuri ferrici e da un eccesso di ferro nella saliva derivante da sanguinamento gengivale o da un sovraccarico /carenza di ferro nei tessuti.

Altre cause sono da ricercarsi nell’alimentazione; una dieta ricca di alimenti contenenti ferro o dall’assunzione regolare di integratori vitaminici.

Queste macchie nere, sono pericolose per la salute orale?

Le macchie nere di cui stiamo parlando, il black stain , non sono assolutamente da considerarsi una patologia del cavo orale, ma una discromia, sono semplicemente macchie che si creano per la combinazione di più fattori e che si rimuovono con una seduta di igiene orale professionale.

Se avete il black stain o se lo avete notato nella bocca dei vostri bambini, fissate una visita di controllo con il dentista, il medico dopo un esame clinico ed obiettivo farà la sua diagnosi ed in caso di black stain vi suggerirà una seduta di igiene orale professionale con l’igienista dentale.

Black stain - Dentista a Parma

Si attacca?

No, il black stain non si attacca, non è una patologia e non è contagioso; si rimuove facilmente con una seduta di igiene orale ma può tornare! Le cause che lo hanno provocato una volta, possono provocarlo di nuovo e non è possibile sapere dopo quanto tornerà. In alcuni casi dopo 6/9 mesi cominciano ad apparire nuovamente i pigmenti scuri, in altri casi invece si è verificato nuovamente dopo ½ mesi dalla sua rimozione.

È vero, il black stain non è bello da vedere e ad un occhio inesperto può apparire come una mancanza di igiene orale, possono sembrare carie o patologie più gravi, in realtà è scientificamente provato che chi soffre di queste pigmentazioni ha meno predisposizione per la carie rispetto alla normale popolazione.

Possiamo quindi dire che in un certo senso, avere il black stain indica salute orale.
Attenzione a non eseguire mai autodiagnosi; potresti confondere patologie importanti con l’innocuo black stain; se hai un dubbio per te e per i tuoi familiari, recati dal tuo dentista di fiducia e sottoponiti ad una visita di controllo e a una seduta di igiene orale professionale.

Nulla conta più del tuo sorriso.

Seguici e metti like: